Terapia cognitivo comportamentale

Intervento di terapia cognitivo-comportamentale

Life design

Che cos'e il life design

Il gioco d’azzardo patologico

Il gioco d'azzardo patologico

Il gioco d’azzardo patologico e il gioco compulsivo: Sintomi, Cause ed Effetti. Il gioco d’azzardo (o Gambling in inglese) è uno dei vizzi umani più insidiosi in quanto ci mostra da una parte  l’illusione di soldi facili ma dall’altra può portare velocemente alla rovina finanziaria. La probabilità di vincita non è mai a favore del […]

Il dolore cronico: cos’è e come gestirlo

dolore

Diversi tipi di dolore Il dolore è un’esperienza che si sperimenta già nell’infanzia ed è comune a tutte le persone. La IASP (International Association for the Study of Pain, 1986) definisce il dolore come “un’esperienza sensoriale ed emotiva spiacevole associata a danno tissutale, in atto o potenziale, o descritta in termini di danno”. È importante distinguere […]

Alcuni consigli su come gestire la rabbia

Rabbia

Alcuni consigli per gestire la rabbia o gli scatti d’ira. La natura della rabbia La rabbia è uno stato emotivo che varia da una debole irritazione ad una intensa furia ed ira. Come le altre emozioni, la rabbia è accompagnata da variazioni fisiologiche e biologiche; quando ci sentiamo arrabbiati la nostra frequenza cardiaca e pressione […]

Tavola Rotonda sui Disturbi Alimentari

poster disturbi alimentari

Associazione Margherita Fenice organizza: Disturbi alimentari: Se conosco, Riconosco Tavola rotonda sul trattamento precoce dei disturbi del comportamento alimentare: riconoscimento e cure. 18 Marzo 2016 Belluno Sala Bianchi Viale Fantuzzi dalle ore 18.00 alle 20.00 Partecipano: dott. Pierandrea Salvo psichiatra responsabile del centro per la cura e la riabilitazione dei disturbi del comportamento alimentare di […]

Il pianto del neonato

05 Jul 2006 --- Baby boy crying --- Image by © Bernd Vogel/Corbis

Il pianto nella prima infanzia e come calmarlo. Il pianto è la prima forma di comunicazione verbale del bambino. Si tratta di un messaggio naturale di stress o di urgenza. Lo strillo è la modalità sonora più efficace con cui il bambino riesce ad attirare l’attenzione degli adulti. E’ quasi impossibile riuscire ad ascoltare il pianto […]

Paure e Fobie in Età Evolutiva

fobia nei bambini

Per Fobia si intende una paura intensa, eccessiva e persistente verso animali, oggetti, eventi atmosferici o situazioni sociali. Questa paura può divenire nel tempo tanto intensa da interferire con le normali abitudini del bambino-ragazzo e della sua famiglia. I genitori potrebbero infatti vedersi costretti a cambiare le loro abitudini a causa della fobia del figlio.

Psicologia Positiva

Psicologia positiva

Sebbene il discorso inaugurale di Martin Seligman per la sua elezione a presidente dell’American Psychological Association possa essere considerato l’inizio formale di questa prospettiva, il termine “Psicologia Positiva” fu utilizzato dal suddetto e da Mihaly Csikszentmihaly per la prima volta nel 2000 all’interno di un articolo della rivista American Psycologist.

Riflettere o Ruminare: quali differenze?

Ruminazione depressione

In psicologia, con il termine “ruminazione” ci si riferisce all’attività mentale che consiste nel continuare a pensare e ripensare a uno stesso argomento in modo stereotipato, rigido, astratto e, in definitiva, inconcludente.
La ruminazione è una funzione della mente molto simile a quella del riflettere sui problemi, ma ha importanti differenze e particolarità che la rendono altamente patogena (cioè generatrice di patologia).

La Depressione

Depressione

I disturbi dell’umore sono in aumento in tutto il mondo, in particolare secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (pdf) ad oggi la depressione è la principale causa di disabilità per entrambi i sessi in Occidente e per il genere femminile nel resto del mondo, più delle malattie cardio-vascolari. In base alle ricerche epidemiologiche, sappiamo che la sofferenza psichica colpisce circa un terzo della popolazione generale: ansia e depressione (insieme all’uso dell’alcol) sono tra le principali cause di assenza dal lavoro, più del mal di schiena.